Uragano Hilary: gli incredibili video che gli Stati Uniti non vogliono che tu veda!

Uragano Hilary: gli incredibili video che gli Stati Uniti non vogliono che tu veda!
Uragano Hilary

L’uragano Hilary, classificato come categoria 1, ha colpito Punta Eugenia, Baja California, nel nord del Messico, causando danni significativi a centinaia di case. Successivamente si è trasformato in una tormenta tropicale con venti sostenuti di 95 chilometri all’ora e si sta dirigendo verso il sud-ovest degli Stati Uniti, portando con sé la minaccia di inondazioni catastrofiche a causa delle forti piogge.

Dopo aver raggiunto Baja California, Hilary si è spostato verso San Quintin, sempre nel nord della penisola. Attualmente, sta avanzando a una velocità di 37 km/h verso nord. Si prevede che arrivi nel sud della California entro la serata e gli esperti mettono in guardia sul pericolo di inondazioni improvvise nel centro di Los Angeles e di piogge intense in Nevada e Arizona.

Nonostante i venti sostenuti, i danni causati in Messico sono stati mantenuti sotto controllo e al momento prevalgono le piogge. Le autorità locali sono intervenute per fornire assistenza alle vittime e per ripristinare i servizi di comunicazione ed elettricità.

Nelle prossime ore, la tormenta continuerà a causare piogge intense in Baja California e piogge molto forti in altre regioni. Si prevedono anche raffiche di vento e onde alte lungo diverse coste messicane.

Durante la fase di uragano, Hilary ha provocato una vittima a Baja California Sur: un uomo è stato travolto da un ruscello in piena a causa delle forti piogge.

Finora, nella stagione degli uragani del Pacifico, si sono formati sette cicloni senza causare danni in Messico. Il governo messicano aveva previsto la formazione di numerosi cicloni per la stagione 2023, alcuni dei quali potrebbero colpire il paese.

Negli Stati Uniti, l’avvicinarsi di Hilary ha causato interruzioni dei voli e delle partite sportive. In California, diversi incontri sportivi sono stati rinviati a causa delle previsioni di piogge e inondazioni. Gli abitanti della California hanno anche avvertito una scossa sismica nella costa sud-ovest dello stato, ma fortunatamente non sono stati riportati danni. In Nevada, le autorità hanno dichiarato lo stato di emergenza, mentre in Arizona sono state emesse alcune ordinanze di evacuazione e sono stati annullati i voli presso l’aeroporto di Phoenix.