Scoperta scioccante: la verità sull’origine dell’universo!

Scoperta scioccante: la verità sull’origine dell’universo!
Big Bang

La materia e l’energia che costituiscono l’universo sono temi che da sempre affascinano e pongono domande nella comunità scientifica e tra gli appassionati di astronomia. Il modello attuale del Big Bang, che è la teoria più accreditata per spiegare l’origine dell’universo, sostiene che la materia ed energia che osserviamo oggi sono le stesse che sono esistite fin dall’inizio.

Tuttavia, secondo questa teoria, l’universo nel suo istante iniziale non può essere descritto a causa della mancanza di un modello che spieghi le interazioni gravitazionali in quel contesto di gravità quantistica. Ma poco dopo l’istante iniziale, quando l’universo ha iniziato ad espandersi, il contenuto di materia ed energia presente fin dall’origine è rimasto ciò che osserviamo oggi e che presumibilmente continuerà a persistere in futuro.

Inizialmente, l’universo aveva un volume estremamente piccolo. Con la sua espansione, la densità, cioè la quantità di energia per unità di volume, è gradualmente diminuita. Questo processo ha portato anche a un progressivo raffreddamento dell’universo. Attualmente, lo spazio esterno è un ambiente estremamente freddo, con la radiazione cosmica di fondo che ha una temperatura di circa 2,7 kelvin, equivalente a -270,5 °C. Al contrario, all’inizio dell’universo questa radiazione era molto più calda. L’espansione ha causato un abbassamento della temperatura della radiazione.

Il modello del Big Bang predice quindi che tutta la materia e l’energia fossero già presenti fin dall’inizio. Tuttavia, ciò che potrebbe essere cambiato nel corso del tempo è la natura di ciò che definiamo materia ed energia. Le spiegazioni di questa transizione ci vengono fornite dal modello della fisica delle particelle. Secondo tale modello, le particelle possono avere una massa e ciò che è stato confrontato è la massa di queste particelle rispetto alla temperatura in ogni momento dell’evoluzione dell’universo.

Nonostante l’espansione e il raffreddamento dell’universo abbiano portato a cambiamenti nell’energia, la quantità totale di energia rimane la stessa dall’inizio alla fine. Nelle prime fasi, quando si suppone che ci fosse una forte agitazione termica, tutto si comportava come radiazione, ovvero energia. Con il raffreddamento, alcune particelle hanno smesso di comportarsi come particelle relativistiche e l’agitazione termica è diminuita, trasformandosi in ciò che comunemente intendiamo come materia, cioè entità con massa e velocità ridotte, come ad esempio la materia oscura. È importante ricordare che, nella relatività speciale, materia ed energia sono concetti che possono essere convertiti l’uno nell’altro, come dimostrato dalla celebre equazione di Einstein.

Mar Bastero Gil, la quale è stata menzionata nel testo originale, è un’affermata cattedratica e ricercatrice del Gruppo di Fisica Teorica di Alte Energie presso l’Università di Granada. La sua ricerca contribuisce in modo significativo alla comprensione dell’universo e dei suoi intricati meccanismi.