Opel Manta: tra passato e futuro elettrico

Opel Manta: tra passato e futuro elettrico
Opel Manta

Nel panorama automobilistico globale, ogni tanto assistiamo a rivoluzioni che riscrivono la storia. Opel, marchio storico tedesco, è sul punto di fare proprio questo. Decidendo di richiamare l’aura di un’epoca passata, Opel ha scelto di far rinascere il nome “Opel Manta”. Ma attenzione, questo ritorno non sarà una mera ripetizione del passato, ma piuttosto una visione audace e futuristica.

Dalla Stellantis di Melfi un nuovo inizio

Il 2026 segnerà l’inizio di un nuovo capitolo per Opel, con la Manta che prenderà vita nelle linee di produzione dello stabilimento Stellantis di Melfi. Questo sito produttivo accoglierà non solo la Manta, ma anche un altro atteso debutto: la Lancia Gamma. Una decisione chiave, frutto delle strategie visionarie di Stellantis.

Un’evoluzione radicale

L’anticipazione e la curiosità intorno a questa nuova Manta sono palpabili. Mentre il nome potrebbe evocare viaggi nostalgici lungo strade sinuose, questa incarnazione sarà un netto distacco dalle sue radici. Puntando decisamente verso il futuro, la Manta si rivela come un SUV elettrico, estendendosi per poco meno di 4,8 metri. Sotto la sua carrozzeria, si avvale della piattaforma STLA Medium, la stessa scelta per la Lancia Gamma. Non bisogna dimenticare l’ispirazione tratta dal concept car Opel Experimental, il cui DNA estetico e funzionale influenzerà profondamente il design e le prestazioni della Manta.

Tra nostalgia e avanguardia

Il mondo del design automobilistico è in continua evoluzione, e un recente render ha offerto una visione tentativa del nuovo veicolo. Chiaramente, l’impronta dell’Opel Experimental permea ogni linea e curva, creando un connubio perfetto tra passato e futuro. La filosofia “detox” guida l’estetica, eliminando tutto ciò che è superfluo, e presentando una silhouette audace e riconoscibile. Un dettaglio che cattura l’attenzione è l’Opel Vizor, evoluto e rivisitato, che si fonde con il “4D Vizor“, un elemento che combina logo e illuminazione in un singolo, innovativo display.

Il ritorno dell’icona: il mercato attende

La scelta di Opel di rilanciare la Manta non è solo un omaggio alla sua storia, ma anche una risposta decisa alle tendenze e alle esigenze del mercato odierno. Il design, che ricorda vagamente la Citroën C5-X ma con una dose extra di audacia, posiziona la Manta come un potenziale erede della Opel Insignia. Ormai sono finiti i tempi in cui le ammiraglie, sia berline che station wagon, dominavano questa fascia di mercato. La sua introduzione mira a colmare il divario tra chi anela ai giorni d’oro dell’automobilismo e chi guarda con entusiasmo alle innovazioni di domani, accettando l’evoluzione del mercato. Con una tale combinazione, la Manta è destinata a ridefinire il concetto di auto iconica.