Natalia Paragoni: dopo la nascita della figlia, un vuoto incolmabile. Ecco il drammatico post-partum!

Natalia Paragoni: dopo la nascita della figlia, un vuoto incolmabile. Ecco il drammatico post-partum!

Durante la sua partecipazione al noto programma televisivo “Verissimo” condotto da Silvia Toffanin, Natalia Paragoni ha apertamente condiviso la sua esperienza emotivamente difficile che ha fatto seguito alla nascita di sua figlia Ginevra, frutto dell’amore con il suo compagno Andrea Zelletta.

L’ex corteggiatrice di Uomini e Donne ha svelato di aver vissuto un periodo caratterizzato da ansia, tristezza e una sensazione di irreversibilità nel cambiamento della sua vita, comunemente definito come “baby blues”. Ma quel periodo oscuro appartiene ormai al passato, grazie al sostegno e all’affetto da parte di coloro che hanno dimostrato di starle vicino.

Tuttavia, Natalia ha ammesso di aver sperimentato anche dei sentimenti di rifiuto nei confronti della sua piccola, a causa della paura di infliggerle del male. Questi ricordi sono emersi nel momento in cui Natalia ha festeggiato il compimento dei cinque mesi di vita di Ginevra. Ma vediamo nel dettaglio cos’ha raccontato!

La depressione post-partum

Natalia, nonostante la depressione post-partum, ha finalmente superato quella fase delicata, un’esperienza condivisa da molte donne, grazie al sostegno delle persone care che la circondano. La piccola Ginevra sembrava così indifesa, ma fortunatamente Andrea era sempre lì al fianco di Natalia. Non tutti gli uomini riescono a comprendere appieno cosa accade a una donna in quei momenti, ma Andrea è riuscito a farlo, grazie anche all’aiuto delle rispettive madri che sapevano esattamente come aiutarli.

“Siamo circondati da persone che ci amano e ci supportano. Non ci si sente mai davvero pronti ad affrontare la genitorialità. Con una bambina così piccola, si prova sempre la paura di sbagliare, ma col passare del tempo si impara che l’importante è darle tanto amore”, ha aggiunto Andrea Zelletta.

Natalia Paragoni parla degli abusi dell’ex

Natalia Paragoni ha anche svelato una parte inedita della sua vita, una storia tanto pericolosa quanto impensabile. Prima di incontrare l’amore della sua vita, Andrea, Natalia ha dovuto affrontare un intricato e violento rapporto sentimentale. Attraverso questa esperienza, Natalia è riuscita ad approfondire la comprensione dell’amore e delle relazioni, acquisendo una conoscenza preziosa sulla sua vera essenza.

A soli 19 anni, Natalia si è trovata coinvolta in una relazione estremamente tossica e violenta. Percorrendo difficoltosi sentieri emotivi, ha deciso di condividere la sua esperienza con sua madre, che a sua volta ne ha parlato con suo padre. I suoi genitori sono stati una presenza determinante nel suo cammino verso la via di uscita, aiutandola a rimuovere il velo di inganno che le offuscava la visione. Natalia si è resa conto che l’amore autentico e salutare non cerca mai di cambiarti o di opprimerti, ma è piuttosto un sentimento che ti libera e ti consente di crescere.