L’Ozempic falso sta uccidendo: scopri se sei a rischio!

L’Ozempic falso sta uccidendo: scopri se sei a rischio!
Ozempic

Il 18 ottobre 2023, alle 20:50, la notizia scoppia come un fulmine nel cielo buio: l’Agencia Europea de Medicamentos (EMA) comunica una scoperta di estrema importanza. Le autorità nazionali dell’Unione Europea (UE) e del Regno Unito hanno lanciato l’allarme sulla diffusione di penne precaricate contraffatte etichettate come il famoso farmaco per il diabete ‘Ozempic’ (semaglutide, 1 mg, soluzione iniettabile) presso grossisti dell’UE e del Regno Unito.

L’EMA, voce autorevole in materia, ha sottolineato che questa ondata di falsificazioni è la conseguenza diretta della crescente domanda di questo farmaco, rinomato per la sua efficacia nella perdita di peso, che ha innescato una situazione di carenza senza precedenti.

Le penne contraffatte, con etichette in tedesco, sono giunte ai grossisti dai fornitori austriaci e tedeschi. L’EMA ha rivelato che queste penne riportano numeri di lotto, codici a barre 2D e numeri di serie esclusivi riservati alle confezioni autentiche di Ozempic. Una mossa ardita, ma non sufficiente a ingannare gli occhi vigili degli esperti. Nell’UE, ogni confezione di medicinale è dotata di un codice a barre 2D e di un numero di serie univoco che consente il loro tracciamento all’interno di un sofisticato sistema elettronico comunitario.

Quando sono stati effettuati controlli su queste confezioni falsificate di Ozempic, i numeri di serie si sono rivelati inattivi, lanciando un segnale di allarme agli operatori che hanno prontamente sospettato dell’autenticità del prodotto, come riferito dall’EMA. L’agenzia ha anche sottolineato che ci sono differenze estetiche evidenti tra la penna contraffatta e quella originale. Per far sì che pazienti e professionisti possano facilmente confrontarle, l’agenzia tedesca dei medicinali ha pubblicato un’immagine della penna falsificata. È importante sottolineare che non ci sono prove che penne contraffatte siano state consegnate ai pazienti attraverso farmacie legali e, fortunatamente, non sono stati segnalati danni a pazienti a causa di questo farmaco falsificato, ha assicurato l’EMA, sollevando un peso dalle spalle di coloro che temevano un pericolo imminente.

Ma l’indagine non si ferma qui. Le autorità di regolamentazione dei medicinali dell’UE e le forze dell’ordine stanno concentrando tutte le loro risorse per risolvere questo intricato caso di contraffazione. L’EMA, conscia della gravità della situazione, ha garantito una stretta collaborazione con le autorità nazionali per condurre indagini approfondite. Grossisti e farmacie dei paesi coinvolti sono stati messi in guardia da offerte sospette relative a Ozempic, mentre i distributori paralleli in tutta l’UE sono stati allertati sul pericolo incombente.

Nel frattempo, le autorità di regolamentazione tedesche e austriache hanno sollevato accuse di violazione delle buone pratiche di distribuzione nei confronti dei grossisti coinvolti nei rispettivi paesi per non aver seguito le procedure richieste, tra cui l’adozione di misure di sicurezza. L’EMA, come una potente lente d’ingrandimento, sta monitorando attentamente la situazione e assicura che fornirà aggiornamenti tempestivi quando necessario.