Ormai tutto porta alla parola “Music” si perchè come annunciato da Apple qualche giorno fa l’acquisizione di Shazam e ormai cosa fatta e strafatta, così Music godrà di un partner globale e senza esborso di altro denaro dal lato commissioni, per ogni ricerca fatta su Shazam l’utente viene inviato ai vari siti di acquisto contenuti, e tra questi c’è anche iTunes. Apple, così come Spotify e gli altri servizi affiliati a Shazam, riconoscono all’azienda inglese una commissione per ogni acquisto di brano andato a buon fine o per ogni sottoscrizione ad un servizio come Spotify Premium o Apple Music.

Apple e Shazam hanno alle spalle una lunga storia insieme. Shazam è stata fra le prime app disponibili al momento del lancio del nostro App Store e si è affermata come una delle app preferite dagli appassionati di musica in tutto il mondo ha dichiarato Oliver Schusser, VP di Apple Music per Apple. Condividiamo la stessa passione per il mondo musicale e l’innovazione, perciò non vediamo l’ora che i nostri team inizino a lavorare insieme per offrire ancora più modi di scoprire e ascoltare musica. Shazam permette di identificare un brano semplicemente facendolo ascoltare all’app e presto offrirà un’esperienza senza pubblicità, consentendo a tutti gli utenti di godersi il meglio dell’app senza interruzioni.
L’app Shazam è stata scaricata più di 1 miliardo di volte in tutto il mondo, e viene usata per identificare canzoni oltre 20 milioni di volte al giorno. Con tecnologie all’avanguardia nel campo dell’identificazione musicale, Shazam aiuta le persone a scoprire, fruire e condividere contenuti video, audio o stampati su una varietà di dispositivi e mezzi, e permette agli appassionati di musica di seguire i loro artisti preferiti e condividere con altre persone l’emozione della scoperta.