La rivelazione della sonda spaziale Lucy: il segreto nascosto dietro l’asteroide Dinkinesh!

La rivelazione della sonda spaziale Lucy: il segreto nascosto dietro l’asteroide Dinkinesh!
sonda spaziale Lucy

La sorprendente scoperta della sonda spaziale NASA Lucy ha lasciato senza parole gli scienziati esperti in tecnologia. Durante il suo flyby dell’asteroide Dinkinesh, Lucy ha rivelato un secondo corpo celeste che accompagna l’asteroide. Mercoledì scorso, le prime immagini ricevute dalla sonda hanno svelato un segreto sorprendente: Dinkinesh, un piccolo asteroide del cinturone principale, è in realtà una coppia binaria.

Il nome “Dinkinesh”, che significa “meraviglioso” in amarico, sembra aver preannunciato questa incredibile scoperta. Hal Levison, il capo ricercatore del progetto Lucy presso il Southwest Research Institute di Boulder, Colorado, ha espresso il suo entusiasmo per questa nuova aggiunta che porta a undici il numero di corpi celesti osservati dalla missione, includendo Dinkinesh, due lune troiane e ora questo nuovo satellite.

Prima del flyby di Dinkinesh, il team di Lucy aveva ipotizzato che l’asteroide potesse essere parte di un sistema binario, a causa delle variazioni nella luminosità osservate. Le prime immagini hanno finalmente confermato questa teoria: Dinkinesh è effettivamente un binario stretto. Dall’analisi preliminare, si stima che il corpo più grande abbia un diametro massimo di circa 790 metri, mentre il compagno più piccolo misura circa 220 metri.

Il flyby di Dinkinesh aveva principalmente lo scopo di testare le capacità della sonda, in particolare il sistema di tracciamento autonomo degli asteroidi. Tom Kennedy, ingegnere di guida e navigazione presso Lockheed Martin a Littleton, Colorado, ha elogiato le immagini ricevute, confermando che il sistema di tracciamento ha funzionato in modo impeccabile, anche di fronte a una sfida più complessa del previsto. La riuscita di questa manovra è stata un successo significativo rispetto ai semplici test simulati.

Sebbene l’obiettivo principale del flyby fosse valutare l’ingegneria della sonda, i dati raccolti sono ora oggetto di fervida analisi da parte degli scienziati per ottenere una maggiore comprensione dei piccoli asteroidi. Keith Noll, scienziato del progetto Lucy presso il Goddard Space Flight Center della NASA a Greenbelt, Maryland, ha sottolineato l’entusiasmo nel constatare che Dinkinesh, il più piccolo asteroide del cinturone principale mai osservato da così vicino, si è rivelato essere un sistema binario.

Il team si aspetta di impiegare fino a una settimana per scaricare tutti i dati dall’incontro con la sonda. Questi dati saranno fondamentali per valutare le prestazioni della sonda durante il flyby e per pianificare il prossimo incontro ravvicinato con l’asteroide Donaldjohanson nel 2025. In questo modo, Lucy sarà ben preparata per la sua missione principale: lo studio degli asteroidi troiani di Giove, a partire dal 2027.