Estinzione giraffe: l’incubo peggiore che la fauna mondiale sta affrontando!

Estinzione giraffe: l’incubo peggiore che la fauna mondiale sta affrontando!
estinzione giraffe

Le giraffe, creature iconiche delle immense savane africane grazie alla loro forma unica, alla loro imponenza e alle loro distintive macchie, si trovano oggi in una situazione allarmante. Nonostante la loro popolarità globale, la loro sopravvivenza è seriamente minacciata, tanto da essere inserite nella lista delle specie a rischio estinzione.

Nel corso degli ultimi 35 anni, la popolazione di queste maestose creature ha subito una preoccupante riduzione del 40%. Una ricerca condotta dalla prestigiosa Stazione Biologica di Doñana del CSIC, in collaborazione con l’Università di Pennsylvania e l’Istituto Wild Nature, ha rivelato che la caccia illegale rappresenta la principale minaccia per la sopravvivenza delle giraffe. È fondamentale applicare in modo efficace le leggi contro la caccia di frodo al fine di preservare queste affascinanti creature.

Le giraffe, a causa della loro imponenza fisica, richiedono vasti territori per muoversi. La loro longevità, che raggiunge quasi i 30 anni, si accompagna a un tasso di riproduzione lento: le femmine danno alla luce il loro primo cucciolo intorno ai 6 anni e successivamente partoriscono un solo piccolo ogni due anni. Oggi, l’espansione delle aree urbane e agricole, insieme agli effetti devastanti dei cambiamenti climatici, stanno erodendo il loro habitat naturale. Inoltre, l’aumento delle precipitazioni torrenziali, legate ai cambiamenti climatici, contribuisce alla diffusione di malattie che possono risultare fatali per le giraffe.

Inoltre, i bracconieri rappresentano una grave minaccia, uccidendo le giraffe per vendere la loro carne e altre parti del corpo nei mercati illegali di carne selvatica. Per avere una comprensione più approfondita della situazione e identificare soluzioni efficaci, gli studiosi hanno monitorato le giraffe nella regione di Tarangire, in Tanzania, per quasi un decennio. Quest’area ospita due parchi nazionali, un ranch per l’ecoturismo e diverse comunità con diversi gradi di conservazione del territorio e della fauna.

Attraverso la raccolta e l’analisi dei dati, gli scienziati hanno sviluppato un modello che simula la dinamica delle popolazioni di giraffe e il rischio di estinzione in vari scenari di cambiamento ambientale per i prossimi 50 anni. Tra gli scenari esaminati, sono state prese in considerazione le minacce della crescita urbana, la perdita di connessioni tra aree cruciali per le giraffe, le variazioni nella pressione predatrice e l’aumento delle precipitazioni torrenziali.

La ricerca ha dimostrato che la principale minaccia per le giraffe è rappresentata dalla caccia di frodo, alimentata da una scarsa applicazione delle leggi a tutela della fauna selvatica. Una rigorosa applicazione delle leggi potrebbe contrastare gli effetti devastanti dei cambiamenti climatici e dell’espansione urbana.

Inoltre, lo studio ha evidenziato che le giraffe beneficiano della presenza di allevamenti estensivi al di fuori dei parchi nazionali. Tuttavia, sorgono problemi quando queste aree vengono convertite in terreni agricoli o inglobate dall’espansione urbana, costringendo le giraffe a compiere lunghi spostamenti alla ricerca di cibo e acqua.